Home Page
EnnaOnLine

| HOME PAGE ENNAONLINE | contattaci | mappa del sito



Vai a "L'Ora Siciliana", giornale di cultura, politica, storia (e controstoria) di Sicilia









Il giornale di lunedì 25 giugno 2001
Totò Cuffaro vince le Elezioni con il 59,1%

dalla redazione di EnnaOnLineNEWS


EnnaOnLineNEWS - Quotidiano di cronaca e di approfondimento
Supplemento a SportNews - Registr. Trib. Enna n.85 3/5/95

25 GIUGNO 2001

TROINA: LE BASI BIOLOGICHE E LE PROSPETTIVE CLINICHE DELL'AUTISMO

Troina, 25 giu. - Dal 29 giugno all'1 luglio 2001, studiosi e scienziati si riuniscono per la quinta volta a Troina, presso il Centro congressi "La cittadella dell'Oasi", dell'Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Oasi. Il congresso internazionale vede la presenza per tre giorni dei maggiori studiosi in campo mondiale di questa patologia che affligge migliaia di bambini. La notizia sarà approfondita nel nostro giornale di domani. (IS/EnnaOnLineNEWS)

LEONFORTE: UN ARRESTO PER L'OMICIDIO DI UNA COPPIA DI FIDANZATI

Leonforte (EN), 25 giu. - Rosario Mauceri pregiudicato di Leonforte, 40 anni, accusato di aver ucciso una coppia di fidanzati nel '99 è stato arrestato ieri sera con in tasca i biglietti per il volo per Milano. Sarebbe dovuto partire con la moglie e la figlia. Mauceri pregiudicato per furto aggravato, porto illegale di armi da guerra, ricettazione ed oltraggio e denunciato per associazione mafiosa è accusato di essere il mandante e uno degli esecutori materiali dell'omicidio di Filippo Musica, 30 anni, e della sua fidanzata Elisa Valenti, 24 anni, uccisi in un agguato nelle campagne di Leonforte il 30 giugno del 1999. Il commando omicida formato secondo gli inquirenti da Mauceri e altre due persone che sono indagate, sorprese la coppia nella casetta di campagna dove Musica abitava. Quando è stato fermato Mauceri aveva in tasca sei milioni di lire. Negli ultimi giorni aveva venduto la casa e la macchina.


SICILIA: DATI DEFINITIVI 5.235 SEZIONI su 5.235 - CUFFARO ELETTO
- TOTO' CUFFARO: 1.572.178 voti con il 59,1%
- LEOLUCA ORLANDO: 972.010 voti con il 36,6%
- SERGIO D'ANTONI: 114.799 voti con il 4,3%


ELEZIONI SICILIA: LE PRIME REAZIONI DI CUFFARO

Palermo, 25 giu. - «Silvio Berlusconi mi ha telefonato stamattina alle nove e gli ho detto che la Sicilia non chiederà più l'elemosina allo Stato». L'ha dichiarato Totò Cuffaro la cui elezione a Presidente della Regione è data per certa da tutte le proiezioni e dai primi risultati già ufficiali. Cuffaro ha aggiunto: «Andremo a Roma per ottenere tutto quello di cui abbiamo diritto».

«Onestamente, mi aspettavo questi risultati». È il primo commento fatto dal candidato alla Presidenza della Regione Siciliana per la Casa delle Libertà, Salvatore Cuffaro, alla notizia del netto vantaggio sull'avversario Leoluca Orlando (Ulivo). «Andando in giro per la Sicilia -aggiunge- avevo avvertito la disponibilità della gente, ma anche il calore. Avevo capito che si stava preparando un grande risultato e avevo anche detto di non essere d'accordo sul voto disgiunto. A quanto pare ho avuto ragione. Insomma, gli elettori siciliani hanno capito».

«Mi sono sforzato di parlare una lingua semplice e comprensibile», dice il probabile futuro governatore della Sicilia, Totò Cuffaro, commentando i risultati positivi per la Casa delle Libertà da lui rappresentata alle elezioni per il presidente regionale. «Mi sento già al lavoro», aggiunge, «per mettere insieme le disponibilitaà di tutti per cambiare la Sicilia». Poi un messaggio ad Orlando: «Da oggi non ci sono più avversari».


ELEZIONI SICILIA: DEMOCRATICI DI SINISTRA, DA DOMANI SARANNO OPPOSIZIONE

Palermo, 25 giu. - Claudio Fava, segretario dei Ds siciliani ed eurodeputato, parlando di «successo visibile, schietto, vero» del centrodestra, chiede un'approfondita analisi del voto dei siciliani. «Vorrei capire quante preferenze ha avuto Orlando e quante Cuffaro», ha detto riferendosi ai suffragi per le liste dei quali si è avvantaggiato automaticamente Cuffaro.

«Da domani dovremo condurre un'opposizione che non è solo dire di no. Bisogna pensare -ha aggiunto Fava- a un'opposizione che non si realizzi solo nelle aule istituzionali. Dobbiamo guadagnare il consenso dei cittadini facendo politica bene e subito». Fava ha anche fatto presente che i primi dati indicano i Democratici di sinistra in crescita sia rispetto alle politiche del 13 maggio sia rispetto alle ultime regionali del 1996.


SICILIA: LE LISTE 771 SEZIONI su 5.235 - FORZA ITALIA AL 23,8%

Palermo, 25 giu. (Dato aggiornato alle ore 12:37 del 25/06/2001) - Le prime tre liste:

- FORZA ITALIA: 69.382 voti 23,8%
- DEMOCRATICI DI SINISTRA: 40.105 voti al 13,8%
- ALLENZA NAZIONALE: 34.869 voti al 12,0%



Ogni giorno la tua pubblicità nel giornale EnnaOnLineNEWS


ENNA: DATI DEFINITIVI 226 SEZIONI SU 226 - ORLANDO AL 49,6%

- LEOLUCA ORLANDO: 46.553 voti con il 49,6%
- TOTO' CUFFARO: 45.707 voti con il 48,7%
- SERGIO D'ANTONI: 1.644 voti con il 1,7%


ENNA: DATI DEFINITIVI 226 SEZIONI su 226 - FORZA ITALIA AL 26,6%

- FORZA ITALIA: 23.406 voti al 26,6%
- ALLENZA NAZIONALE: 7.955 voti al 9,1%
- CCD: 6.970 voti al 7,9%
- NUOVA SICILIA: 1.287 voti al 1,5%
- NUOVO PSI: 2.967 voti al 3,4%
- LIBERALSOCIALISTI: 929 voti al 1,1%
- DEMOCRATICI DI SINISTRA: 17.488 voti al 19,9%
- LA MARGHERITA: 6.614 voti al 7,5%
- MARGHERITA SICILIA: 12.121 voti al 13,8%
- COMUNISTI ITALIANI: 3.179 al 3,6%
- LISTA DI PIETRO: 537 voti al 0,6%
- RIFONDAZIONE COMUNISTA: 2.041 voti al 2,3%
- SDI: 1.749 1.971 al 2,2%
- NOI SICILIANI: 402 voti al 0,5%


PENTIUM III 1000, IL PROCESSORE ALL'AVANGUARDIA

Enna, 25 giu. - Il Pentium III 1000 è il processore più veloce della famiglia Pentium attualmente in commercio: le sue caratteristiche tecniche all’avanguardia lo rendono ideale per realizzare workstation di fascia alta e potenti server aziendali. Da qualche giorno, presso il punto vendita di EnnaShop in Via Centuripe 11 (zona Monte-Viale IV Novembre) ad Enna, è possibile acquistare in offerta un computer di alta qualità con delle caratteristiche veramente professionali.

Cabinet MIDI TOWER ATX con doppia ventola
Processore INTEL PENTIUM 3 1000 MHZ
Scheda Madre QDI Advance 10f Agp 4x con Chipset VIA Apollo Pro 133A
Modulo di memoria DIMM 128 MB RAM di tipo SDRAM
Hard Disk QUANTUM Fireb. Plus AS 30 GB U-ATA100 7200rpm 2Mb
Monitor NEC MultiSync V72 17" 0,28mm 1280X1024NI
Scheda Grafica ATI RAGE XPERT2000 Pro 32Mb AGP TV-out
Scheda Audio CREATIVE SOUND BLASTER PCI 128
CD-ROM ACER 52x e Floppy Disk Drive 3" 1.144 Panasonic
Modem Interno Rockwell 56K con abbonamento Internet
Tastiera Multimediale + Mouse 3 tasti con scroller + Casse 360w

Lire 2.500.000 iva compresa


Via Centuripe, 11 - Enna - Tel. 0935 510220


Ogni giorno la tua pubblicità nel giornale EnnaOnLineNEWS


SICILIA: SCHEDA TRUCCATA NEL TRAPANESE

Erice (TP), 25 giu. - Un elettore di Erice, un paese nel trapanese, ha denunciato ieri sera, poco prima della chiusura delle urne, un presunto broglio elettorale. Secondo l'uomo, gli sarebbe stata consegnata una scheda elettorale che già conteneva l'indicazione a matita per il candidato per l'Ulivo Leoluca Orlando. L'elettore ha subito denunciato l'accaduto al presidente del seggio che si è giustificato parlando di un "errore materiale". Intervenuti subito, gli agenti della Digos hanno verbalizzato l'episodio sul quale è stata avviata un'indagine.


PALERMO: MORTI DUE OPERAI INVESTITI DA UN TRENO

Palermo, 25 giu. - Due operai sono morti investiti da un treno che da Palermo era diretto a Trapani. È accaduto stamani sui binari nei pressi di Capaci, a 15 chilometri da Palermo. Le vittime sono Rosario La Piana e Massimo La Mendola. Erano impiegati nella ditta M.e. Upa che sta eseguendo lavori per conto delle Ferrovie dello Stato in quel tratto. I due operai non si sarebbero accorti, secondo la prima ricostruzione effettuata dalla polfer, del treno che stava arrivando. E sono stati travolti. Per loro non c'è stato nulla da fare. Gli altri operai, circa una decina, impegnati sul posto hanno assistito all'incidente e sono stati ricoverati sotto choc in ospedale.


PALERMO: TENTATO RAPIMENTO DI UNA BIMBA

Palermo, 25 giu. - Sono una donna mulatta e un palermitano gli autori del tentato rapimento di una bambina sul litorale di Mondello a Palermo. È accaduto in viale Regina Elena. A un certo punto la bimba si è avvicinata alla coppia e la madre, da lontano, ha notato che la donna stava per prenderla in braccio. A quel punto è intervenuta insieme ad altre persone. L'uomo è scappato mentre la donna è stata bloccata e malmenata. Gli agenti di una volante della polizia sono riusciti a a intercettare l'uomo e altri sono intervenuti sul luogo dell'aggressione. La coppia ora è in questura in stato di fermo e la loro posizione è al vaglio degli inquirenti.


ELEZIONI: PROIEZIONI ABACUS, 58,4% A CUFFARO

Palermo, 25 giu. - Secondo una proiezione Abacus delle 9.49, il candidato alla presidenza per la Casa delle Libertà, Salvatore Cuffaro, avrebbe ottenuto il 58,4% di preferenze, il candidato per l'Ulivo, Leoluca Orlando il 37,6%, mentre al candidato di Democrazia europea, Sergio D'Antoni il 4% di preferenze.


ENNA: AFFLUENZA ALLE URNE ALLE ORE 22 LA PIU' BASSA DELL'ISOLA

Enna, 25 giu. - L'affluenza definitiva alle urne per le elezioni regionali in Sicilia registrata alle ore 22 è stata del 63,4%, contro il 71,3% della precedente consultazione elettorale. Così nelle province:

Provincia di Messina: 66,6% (contro il 73,6% del 1995)
Provincia di Catania: 66,2% (contro il 74,8%)
Provincia di Trapani: 65,9% (contro il 73,9%)
Provincia di Palermo: 65,5% (contro il 72,9%)
Provincia di Ragusa: 65,4% (contro il 78,8%)
Provincia di Siracusa: 59,8% (contro il 71,2%)
Provincia di Agrigento: 58,0% (contro il 61,3%)
Provincia di Caltanisetta: 54,9% (contro il 62,5%)
Provincia di Enna: 54,0% (contro il 60,6%)


ELEZIONI: VIOLAZIONE DELL'ART.5 DELLA LEGGE REGIONALE N.1/2000

Enna, 25 giu. – Questa è la notizia data ieri dal nostro giornale: «Nella mattinata odierna, facendo un giro per tutte le sezioni costituite nella città di Enna, ho notato che vi sono esposte unicamente le bandiere della Repubblica Italiana e quella dell'unione Europea, in violazione della Legge n.1 del 4 gennaio 2000». Questo è quanto ha segnalato oggi ai Carabinieri del Comando Provinciale di Enna, per le valutazioni e i provvedimenti di competenza, il direttore di EnnaOnLine Angelo Severino.

La normativa alla quale si fa accenno, riguarda l'adozione della bandiera della Regione e le disposizioni sulle modalità di uso e di esposizione della stessa. L'art. 5 comma g. della Legge dispone, infatti, che la bandiera siciliana deve essere esposta all'esterno degli «edifici presso cui sono costituiti seggi elettorali in occasione delle elezioni per il rinnovo dell'Assemblea regionale siciliana, finché durano le operazioni di voto». (AS/EnnaOnLineNEWS)

Palermo, 25 giu. – Così l'Ansa ha diffuso la notizia, ripresa e pubblicata dalla stampa italiana ed estera: «Tra le curiosità, in una giornata caratterizzata dall'ordinato svolgimento delle operazioni di voto, la denuncia presentata ai carabinieri da Angelo Severino, direttore di un sito Internet di Enna. Richiamandosi ad una recente legge regionale che obbliga ad esporre la bandiera della Regione negli edifici che ospitano i seggi, ha segnalato che a Enna la norma non è stata applicata in alcuna sezione».


ENNA: SENSO UNICO A SCENDERE NELLA "SCIFITELLO-SANTA LUCIA"

Enna, 25 giu. - Per lavori, da oggi a sabato 30 giugno, con ordinanza del presidente della Provincia, sarà istituito il senso unico di marcia nella strada provinciale n.29, la cosiddetta "Santa Lucia-Scifitello", che potrà essere transitata soltanto in discesa. Coloro che da Santa Lucia, invece, devono salire in auto nel capoluogo dovranno percorrere la provinciale n. 1 che dal quadrivio di Enna Bassa porta ad Enna. (AS/EnnaOnLineNEWS)



Ogni giorno la tua pubblicità nel giornale EnnaOnLineNEWS


CONNIE CAFISO DALL'AMERICA: «MIA NONNA PUTTANA?»
«COLPA DEL CORNUTO SCRITTORE SICILIANO CHE LA DIFFAMO'»


Valguarnera (EN), 24 giu. - Molti ricordano la commedia di Nino Martoglio "L'aria del continente" (1910) alla cui stesura verosimilmente partecipò anche Luigi Pirandello. Grazie anche alla straordinaria prestazione degli attori protagonisti, Angelo Musco e Rosina Anselmi, la pièce pervenne a successo internazionale e nel 1935 ispirò un altrettanto celebre film.

Don Cola Duscio, scapolo benestante, torna "continentalizzato" ed accompagnato dalla canzonettista Milla Milord da un viaggio a Roma. La presenza della bella forestiera mette in subbuglio la famiglia e l'intero paese siciliano in cui si svolge la vicenda. La vera identità della sciantosa viene, infine, rivelata dal delegato (commissario, si direbbe oggi) di polizia: «Nome: Concetta Càfiso, di padre ignoto e della fu Rosaria. Età di allora, tre anni fa: ventidue anni. Luogo di nascita: Valguarnera di Sicilia...». Questa rivelazione suscita lo stupore di Don Cola che, come preso dalla tarantola, andando su e giù, con le mani in testa, esclama: «Signori mei, carrapipana!... 'A cuntinintali, 'a rumagnola, era di Carrapipi! ... M'ammazzu!... Mi jettu di cca supira, a testa sutta!. Siciliana è!...».

Una signora che vive negli USA e che si chiama Connie Càfiso ha recentemente scritto ad un sito internet di Valguarnera sostenendo di essere la nipote della Càfiso e chiedendo in inglese ed in incerto italiano la riabilitazione della nonna (e contestualmente del paese che le diede i natali), diffamati, a suo dire, dal commediografo di Belpasso. «Mia nona Concetta Cafiso nascio' in Valguarnera en el ano 1885. Dopo una granda cariera di catadora nei megliori theatri di Italia (in particulare in Romagna and in Roma) fue difammada da un cornuto scritore di theatro Siziliano como putana etc. In mismo tiempo fue difamata bela cita' di Valguarnera. Credo sea arivado il momiento di creare comitato per reabilitacione mia nona and sua cita' nadale».

Adesso è la volta di Valguarnera ad essere in subbuglio, dato che nessuno sospettava in paese che il personaggio della commedia era stato ispirato da una persona in carne ed ossa. Si è aperto un dibattito: riabilitare subito la Càfiso, come sostiene la nipote, o nominare una commissione di eruditi che prima indaghi sulla vera identità dell'illustre quanto misconosciuta concittadina? (EB/EnnaOnLineNEWS)


IL SANTO DEL GIORNO: 25 GIUGNO - GUGLIELMO DA VERCELLI

Roma, 25 giu. - Ben trentasette santi portano questo nome. Guglielmo che oggi ricordiamo è un piemontese di Vercelli. Nato da nobile famiglia verso il 1085, Guglielmo dopo aver vestito sui quindici anni l'abito monastico, vuole recarsi pellegrino nei più celebri santuari della cristianità. Guglielmo muore il 24 giugno 1142. La sua tomba e' subito meta di pellegrinaggi, e vi si compiono spesso miracolose guarigioni. Il culto per il santo monaco si accresce nei secoli al punto che nel 1807 le sue spoglie sono traslate a Montevergine e una sua grande statua e' collocata nella Basilica di S. Pietro in Vaticano. (fonte Adnkronos)


IL GIORNO DEI FATTI: 25 GIU 1876 - LITTLE BIG HORN

Roma, 25 giu. - Attirato in un'imboscata tesagli dai Sioux guidati da Cavallo Pazzo nella gola del Little Big Horn (Sud Dakota) muore il 25 giugno 1876 il generale George Alan Custer, sterminato insieme a 225 giubbe azzurre. Il mitico e discusso "Lunghi capelli" entra così nell'epopea del Far West che Hollywood immortalerà in decine di film. (fonte Adnkronos)



Articolo inserito lunedì 25 giugno 2001 alle 23.10
I commenti a quest'articolo (0)